Si salva la D, tutto il resto in lockdown. Il governo ha deciso

admincalciovero 26 Ottobre 2020 0
Si salva la D, tutto il resto in lockdown. Il governo ha deciso

Secondo il nuovo DPCM, da oggi lunedì 26 ottobre tutte le competizioni del calcio dilettantistico sono sospese. Nei centri sportivi sarà consentita l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere nel rispetto delle norme del distanziamento sociale e senza nessun assembramento . Le misure riguardanti lo sport fanno salvi i campionati professionistici e dilettantistici ma di livello nazionale. Anche la serie D, almeno per ora, è salva. Pertanto scenderanno in campo dal prossimo week end, almeno fino al 13 novembre, solo le Giovanili Nazionali, la Serie D, l’Under 19 Nazionali, il Femminile (fino alla Serie C) e il Calcio a 5 (Maschile fino alla  Serie B, Femminile fino alla Serie A2). Ecco il testo relativo all’attività calcistica dilettantistica.

FINO AL 24 NOVEMBRE SOSPESE TUTTE LE ATTIVITA’ CALCISTICHE DILETTANTISTICHE TRANNE QUELLE NAZIONALI DELLA SERIE D E DELLA UNDER 19.
Si rende noto a tutti i tesserati e ai loro familiari che a seguito dell’adozione del DPCM del 24 ottobre a decorrere dal 26 ottobre e fino al 24 novembre p.v. restano consentiti esclusivamente gli sport individuali e di squadra, professionistici e dilettantistici, riconosciuti di interesse nazionale, i quali peraltro dovranno essere svolti solamente a porte chiuse e con totale assenza di pubblico sia per le competizioni che per gli allenamenti (lettera e) del DPCM 24 ottobre 2020).
Pertanto le attività sportive del Montespaccato proseguiranno regolarmente solo per la prima squadra militante in Serie D e per la Juniores Nazionale.
Per quanto riguarda l’attività sportiva dilettantistica di base, quelle agonistiche giovanili, le scuole e l’attività formativa di avviamento relative agli sport di contatto, consentite dal precedente DPCM solo in forma individuale, sono completamente sospese e restano a maggior ragione sospese tutte le gare, le competizioni e le attività connesse agli sport di contatto, incluse quelle aventi carattere ludico-amatoriale.
La lettera g) del DPCM del 24 ottobre prevede infatti che “fatto salvo quanto previsto dalla lettera e) in ordine agli eventi e alle competizioni sportive di interesse nazionale, lo svolgimento degli sport di contatto (tra cui appunto il calcio) è sospeso; sono altresì sospese l’attività sportiva dilettantistica di base, le scuole e l’attività formativa di avviamento relative agli sport di contatto, nonché tutte le gare, le competizioni e le attività connesse agli sport di contatto, anche se aventi carattere ludico-amatoriale”.
Contrariamente a quanto previsto dal precedente DPCM del 18 ottobre che alla lettera g) consentiva “l’attività sportiva dilettantistica di base, le scuole e l’attività formativa di avviamento relative agli sport di contatto in forma individuale”, il DPCM del 24 ottobre u.s. non consente espressamente più la possibilità di svolgere gli allenamenti individuali per gli sport di contatto, negli impianti sportivi, ma consente esclusivamente, alla lettera f) la possibilità, non meglio precisata, di effettuare “attività sportiva di base e attività motoria in genere svolte all’aperto presso centri e circoli sportivi, pubblici e privati, nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento, in conformità con le linee guida emanate dall’Ufficio per lo Sport, sentita la Federazione Medico Sportiva Italiana (FMSI), fatti salvi gli ulteriori indirizzi operativi emanati dalle Regioni”.

Comments are closed.