Grotte di misura sul Cynthia, tre punti d’oro in chiave salvezza

22
gennaio
2018

Posted by admincalciovero

Posted in Eccellenza Girone A / slidenews

0 Comments
diego-leone-allenatore-1-squadra

M. GROTTE CELONI–CYNTHIA 1-0

MONTE GROTTE CELONI: Di Fazio, Tellone, Mercuri, D’Astolfo, Palomba (35’ st Scorzoni), Minicucci, Anastasio, Di Cairano (32’ pt Barbusca), Giulitti (43’ st Rossi), S. Provaroni, Michettoni.

A disp. Civica, Gallinucci, Scorzoni, Di Pietro, Marchini.

All. Leone

CYNTHIA: Orlandi, Paletta, Paloni, M. Fabiani (43’ st Schiavon), Scardola, Lisari, Dell’Aquila (15’ st Izzi), Massimiani, Di Mario, Morra, Martena (24’ st Masotina).

A disp. Bianchi, V. Provaroni, Nuovo, C Fabiani.

All. Staffa

ARBITRO: Vallocchia di Rieti

MARCATORE: 48’ st Michettoni

ROMA – Partita agli sgoccioli, inchiodata sullo 0-0, per via delle poche reali occasioni da rete create dalle due squadre. Ma ecco che il Grotte recupera un palla a centrocampo, la sfera viene indirizzata a Provaroni che si incunea in velocità nella difesa avversaria. L’ex di turno potrebbe calciare in porta, ma vede che Michettoni arriva a tutta birra dall’altro lato del campo e lo serve: per il giovane esterno del Grotte è una formalità mettere in rete da pochi passi. Un paio di minuti di stress per i ragazzi di Leone e l’arbitro Vallocchia al 95′ chiude le ostilità. Una vittoria che vuol dire molto per i gialloblù di Tor Bella Monaca, e che li fa uscire da un periodo nero dovuto più a dettagli girati contro che a brutte prestazioni. Ma la vittoria potrebbe ora significare maggiore fiducia e serenità, qualità essenziali per raggiungere la salvezza. Per il Cynthia una gara ordinata, ma senza squilli. Malumori in tribuna della dirigenza nei confronti di mister Staffa, che infatti a tarda sera veniva esonerato.

Probabilmente la sconfitta, subita contro una squadra falcidiata da infortuni e squalifiche (erano fuori Muzzachi, Giulitti e Leacche per squalifica, Barbaria e Giuffrida per infortunio), ha pesato molto sulla decisione. Atmosfera diversa in casa di patron Piervincenzi, che aveva festeggiato  l’ultima vittoria a metà novembre. Domenica nuova partita al cardiopalma in casa dell’Atletico Vescovio, diretta concorrente per la salvezza, frantumata dall’Astrea con un rotondo 4-0. Ma se la squadra di Leone vuole salvarsi, deve cercare di fare risultato anche fra sette giorni.

“Contiamo sul recupero di infortunati e squalificati e su una rinnovata fiducia dei propri mezzi grazie a questa vittoria – ha commentato mister Leone al termine della gara – oggi i ragazzi sono stati eccezionali, colmando le inevitabili lacune tecniche con grinta e dedizione. Contro il Vescovio dovremo ripetere la stessa partita di oggi, tutta cuore e muscoli. E allora saremo capaci di giocarci le nostre chanches”.

Comments are closed.