Montecelio fa gol, l’arbitro non vede, il Vescovio pareggia: finisce 1-1

19
febbraio
2017

Posted by admincalciovero

Posted in Eccellenza Girone A / slidenews

0 Comments
14390910_961918603931008_4435204067436136347_n

MONTECELIO-A.VESCOVIO 1-1

Marcatori: Silvestrini (r) 41′ pt, Barbarella (V) 40′ st

Note: Espulso Masi per fallo su chiara occasione da rete.

MONTECELIO – Leacche, Tellone, Salvi, Sganga A., D’Astolfo, Razzini, Maione, Sganga M., Silvestrini (Nanni 15’st), Muzzachi, Fazi (Dioletta 25′ st).

A dispos. Si Fazio, Marrocchini, Vassalli, Antocchi, Maurici.

All. Solimina

A. VESCOVIO – Rossi, Scorta, Maestrelli, Masi, Madonna, Basciani (1′ st Morgavi), Sandulli (25’st Barbarella), Zoppis, De Cesaris (15’st Delli Mutti), Amici, De Vincenzi

A dispos.: Diamanti, Innocenti, Sconciaforni, Privitera

All. Pensa

Arbitro: signor Potenza di Roma 2

 

 

ROMA – Purtroppo gli arbitri incidono in maniera determinante sul risultato. Lo sappiamo. Lo fanno con decisioni sbagliate, o punizioni esagerate, ma quando un arbitro e il suo assistente  non vedono una palla che aveva varcato la linea di porta di almeno mezzo metro, ecco, è chiaro che determinano il risultato. Infatti succede che cinque minuti dopo il gol non concesso,  il Vescovio agguanta il pareggio, su azione di contropiede, con Barbarella. E finisce 1-1. Amaro in bocca per patron Piervincenzi e mister Solimina, rabbia nei loro ragazzi che avevano dato tutto e che il risultato lo avevano portato a casa. Ma chissà, forse un giorno la fortuna smetterà di girare la testa dall’altra parte quando il Montecelio scende in campo.

Sia chiaro: il Vescovio dal punto di vista della prestazione non ha rubato nulla. Rimasto in dieci uomini per espulsione di Masi (fallo per chiara occasione da rete, calcio di rigore su Maione, trasformazione di Silvestrini) per tutto il secondo tempo, non ha mai indietreggiato di un centimento. Ha ribattuto colpo su colpo e ha creduto fino all’ultimo nel pareggio. Ma certo se il gol di testa di Maione fosse stato concesso, come avrebbe dovuto, la partita sarebbe finita lì.

Inizia a spron battuto il Vescovio, che guadagna quattro calci d’angolo e su uno di questi Leacche compie il miracolo su un tiro da distanza ravvicinata. Poi il Montecelio prende le distanze, guadagna metri, accorcia la difesa e il centrocampo e al 20′, su punizione di Fazi, è la traversa a dire no con Rossi completamente fermo. La partita è gradevole, il Vescovio è veloce e intraprendente, il Montecelio fa valere una maggiore esperienza e compattezza. Fino all’episodio che gira la gara: Masi e Rossi non si intendono, Maione ci crede, ruba la palla e Masi lo stende in area: rigore ed espulsione. Silvestrini trasforma.

Mister Pansa alla ripresa fa uscire Basciani e inserisce Morgavi. L’Atletico spinge, il Montecelio controlla e riparte. De Vincenzi, il secondo capocannoniere del torneo, è imbrigliato da Tellone, Amici punge poco, così le occasioni per il Vescovio latitano. Poi arriva l’episodio incriminato, sopra descritto, con Maione che in tuffo infila di testa la palla alla destra del portiere e un intervento miracoloso sia pur tardivo (ma non per arbitro e guardalinee) di un difensore la caccia dalla porta. E’ gol, clamorosamente gol. Ma niente da fare. Così arriva la beffa: De Vincenzi sfugge a Razzini sulla sinistra, effettua un bellissimo cross, perfetto per la testa di Barbarella che mette dentro. E’ l’1-1.

Ma il Montecelio  continua a  crederci e la palla per il nuovo sorpasso capita ancora sui piedi di Maione:  Nanni si infila in area, la mette dietro, entra il giovane numero sette che la colpisce di prima intenzione: Rossi fa il miracolo respingendo coi piedi.

Al triplice fischio esultano i giocatori del Vescovio, riusciti nell’impresa di strappare un punto quando la partita sembrava già compromessa. Ma lo spirito dei ragazzi di Pansa è la vera arma vincente di questa squadra. D’altro canto il Montecelio, anche se chiaramente danneggiato, deve continuare a proseguire sulla strada dei risultati positivi: terzo pareggio consecutivo, dopo Boreale e Civitavecchia. Domenica prossima trasferta dura in casa della Valle del Tevere. Ma la squadra di Solimina ha dimostrato serietà e capacità tali da potersela giocare su ogni campo.

- See more at: http://www.asdmontecelio.it/la-palla-entra-2-0-larbitro-non-vede-montecelio-rapinato/#sthash.YduW5VQb.dpuf

Comments are closed.